Terre di Noto "In Viaggio Tra I Filari"
17110
post-template-default,single,single-post,postid-17110,single-format-standard,theme-bridge,bridge-core-2.8.4,woocommerce-no-js,qodef-qi--no-touch,qi-addons-for-elementor-1.3,qode-page-transition-enabled,ajax_updown_fade,page_not_loaded,,columns-4,qode-child-theme-ver-1.0.0,qode-theme-ver-26.8,qode-theme-bridge,disabled_footer_bottom,qode_header_in_grid,wpb-js-composer js-comp-ver-6.6.0,vc_responsive,elementor-default,elementor-kit-1,elementor-page elementor-page-17110

Terre di Noto “In Viaggio Tra I Filari”

In Viaggio Tra I Filari

Terre di Noto “In Viaggio Tra I Filari”

Il wine tour “In Viaggio Tra I Filari” oggi si è fermato a trovarci presso la nostra Azienda, e con immensa gioia ecco un estratto dell’incontro…
Terre di Noto è una piccola realtà a conduzione familiare all’interno del territorio della @stradavinovaldinoto. Papà Nino e il figlio Ludovico curano la parte produttiva che riguarda prevalentemente la coltivazione di vigneti di varietà autoctone tra Nero d’Avola, Moscato Bianco e Grillo.
Da qualche anno la cantina si è impegnata in un progetto di Valorizzazione delle varietà autoctone definite “reliquie”.
Da una ricerca voluta dalla Regione Siciliana sono stati ritrovati oltre dieci varietà di uve di cui si erano perse le tracce. Nel corso degli anni queste varietà sono divenute più resistenti alle avversità atmosferiche e ad alcuni attacchi funginei. Queste varietà risultano essere un vero tesoro. Biodiversità viticola siciliana pura.
Nino ha dapprima innestato le poche marze disponibi su nuovi portainnesti in modo da moltiplicare il numero di piante. L’anno scorso ha impiantato in campo il primo vigneto di varietà reliquie Siciliane. Ancora una particolarità; per dare una valenza più sostenibile al progetto, Terre di Noto ha impiantato il vigneto all’interno di un terreno dato in affidamento da una associazione che si occupa di salvaguardare la fauna all’interno di un “Pantano” in prossimità di Avola dando ad esso anche una connotazione etica.
Non ci resta che attendere la prima vendemmia, nel frattempo vi invitiamo all’assaggio dei vini di Terre di Noto con particolare attenzione al Cru’ di Cantina: Calauris Black Nero d’Avola.”